Come Realizzare una Cartella Porta Riviste in Casa

Seguite la mia guida e realizzate delle cartelle porta riviste in casa.

Procurati il cartone o cartoncino, va bene anche quello delle scatole grandi, oppure, secondo l’uso che ne devi fare, anche il cartoncino delle scatole di pigiami e simili.
Prendi il cartone o cartoncino e ricava un quadrato di dimensioni adatte a contenere riviste, libri delle elementari o quaderni.
Piega bene il cartoncino in due in modo da ottenere una cartellina.
Ora rivesti la cartella con la carta colorata, scegli il colore che più ti piace, va bene anche carta che hai in casa avanzata da qualche altro lavoro o da qualche festa. Attacca bene con la colla i lembi della carta colorata all’interno del cartoncino e lascia asciugare.

Fai adesso dei buchi uguali nel cartoncino, nelle tre parti aperte della cartella, e proprio nel mezzo di ogni lato.
Per fare i buchi con precisione, prendi una riga o una squadretta, misura ciascun lato e segna la metà. Prendi poi un attrezzo buca fogli, se ce l’hai, altrimenti fai i buchetti con le forbici stando attento a fare dei piccoli buchi.
Prendi il nastro colorato, infilalo nei buchetti della cartella e fai un bel fiocco in tutti e tre i lati aperti della cartella.
Per far entrare il fiocco nei buchetti aiutati con le forbici e tira dall’altro lato con le dita.

Nella copertina della cartella scrivi, in bella scrittura e con pennarello nero indelebile, l’uso che vuoi fare della cartella appena creata.
Lascia asciugare bene la scrittura perché non si macchi.
La tua cartellina è pronta per archiviare i quaderni scolastici tuoi o dei tuoi figli, oppure i libri delle elementari o anche le riviste che intendi conservare, per esempio, quelle di cucina, di uncinetto, o altri fascicoli.
Conserva la tua cartella nella scrivania con il dorso rivolto verso chi guarda come fosse un libro.
Quando devi tirare fuori una rivista, libro o quaderno, disfa i fiocchi e poi richiudi rifacendo tutti i fiocchetti.

Come Realizzare la Finitura di un Cordoncino

In questa guida vedremo come realizzare la finitura di un cuscino con cordoncino. Prima di tutto bisogna dire che questo lavoro viene svolto principalmente da persone esperte. Vediamo prima alcune caratteristiche della chiusura di un cuscino e poi la finitura.

La confezione di un cuscino deve essere precisa e accurata. Per fare in modo che risulti gonfio e vaporoso, confezionare la camicia con le stesse dimensioni dell’imbottitura. Per calcolare le dimensioni della stoffa, misurare l’imbottitura del cuscino e aggiungere 1 centimetro di margine per le cuciture del cuscino.

Ora possiamo anche passare alla finitura con cordoncino. Chiedo di seguirmi attentamente in questi due passi perchè bisogna fare questi procedimenti molto accuratamente altrimenti non verranno bene. Immergere la corda per 20 minuti in acqua bollente, poi lasciarla asciugare perfettamente. L’operazione è indispensabile.

Questa operazione serve per evitare che il cuscino si deformi al primo lavaggio. Piegare il tessuto in diagonale rispetto alla trama. Tagliare delle strisce in sbieco larghe 4 centimetri. Inserire la corda al centro della striscia sul rovescio della stoffa. Piegare a metà, imbastire e cucire. Otterrai un cordoncino rivestito.

Come Coltivare la Clivia Miniata

Cerchi qualcosa di veramente particolare per dare alla tua casa un tocco di originalità? Allora questa è la guida che fa al caso tuo. Potrai imparare in pochi passi tutti i segreti per coltivare al meglio la clivia, una bella pianta ornamentale che ti darà la possibilità di rendere la tua casa unica.

La clivia è una pianta che va molto di moda come ornamento all’interno delle nostre case. Questa pianta ha le radici carnose, spesse, caratterizzata da lunghe foglie di colore verde scuro lucide, inserite una nell’altra alla base e disposte sullo spesso piano, come un ventaglio. Sono rese ancora più belle da una o più inflorescenze costituite da fiori a trombetta, di colore arancio, ne esistono alcune varietà i cui fiori sono gialli oppure rossi. Ora conosci meglio questa pianta e t’insegnerò come coltivarla al meglio.

Per lo sviluppo e la crescita di questa pianta è molto importante che tu riesca a scegliere una posizione ideale a soddisfare tutte le esigenze di questa pianta. Dovrai metterla in modo che riceva molta luce, ma l’elemento davvero essenziale per lo svilupo della tua pianta è la temperatura. Dall’inizio dell’autunno fino all’apparizione sei fusti floreali, dovrai fare in modo che la temperatura sia fresca, sui 5 o 12 gradi. Nel rimanente periodo potrai sistemare la tua pianta in un ambiente più caldo in cui la luce sia filtrata. Se riuscirai a mantenere la temperatura sui 15-18°C la fioritura della tua pianta durerà di più.

Dovrai mantenere il terriccio umido da primavera fino alla fine dell’estate, e ogni quindici giorni dall’inizio della fioritura e per tutta l’estate, forniscile anche del fertilizzante ordinario. Durante il periodo di riposo vegetativo dovrai bagnare la tua pianta pochissimo, il minimo indispensabile per evitare il totale disseccamento del terreno.

Per conservare la tua pianta al meglio e farla rifiorire dovrai rispettare il suo periodo di riposo invernale, indispensabile alla formazione dei boccioli. Non dovrai mai rinvasarla, a meno che le radici non escono dal vaso e comunque sempre dopo la fioritura. La pianta riesce a fiorire meglio se si trova stretta nel suo vaso.

Come Rassodare le Braccia

Rassodare i muscoli delle tue braccia non vuol dire solo migliorare il loro aspetto esteriore, ma significa soprattutto aumentare la massa muscolare, un aumento del tono muscolare porta un miglioramento del metabolismo, che con la sua attività brucerà più calorie. La guida contiene alcuni esercizi da fare per migliorare la struttura dei muscoli delle braccia.

Organizza un piano di allenamento tutto tuo. Per 20 minuti al giorno, puoi camminare, correre, andare in bici oppure fare esercizi in palestra per le braccia. Le corse e le passeggiate dovranno essere accompagnate da movimenti degli arti superiori. Bevi acqua prima dell’inizio della tua attività, meglio se ti mantieni ben idratata.

Se non sai che esercizi svolgere, eccoti alcuni esempi: Poni una sedia di fronte al tuo corpo, metti le mani sul bordo della sedia ed effettua degli affondi, questo esercizio gioverà molto sia agli arti inferiori che superiori. Quando ti abbassi, fallo lentamente e piega i gomiti fino a formare un angolo di 90 gradi con le braccia. Ripeti questo esercizio per 14 volte x 3 (tre serie da 14 con una pausa di un minuto tra una serie e l’altra).

Per le braccia sono molto importati i sollevamenti di peso. Se sei una ragazza non spingerti oltre i 3 kg! Anzi, anche con 3 kg potrebbero essere esagerati se vuoi semplicemente rassodare. Al posto dei pesi potresti utilizzare due bottiglie d’acqua da 2 lt. Fai dei sollevamenti. Impugna le bottiglie e tieni le braccia lungo i fianchi, da qui puoi: piegare il gomito e portare il peso in petto, oppure alzare le braccia fino a portarle perpendicolarmente al tuo corpo, sempre tenendole lungo i fianchi. Con questo ultimo movimento rassoderai i tricipiti, con il primo, rinforzerai i bicipiti.

Impugna i pesi e portali all’altezza del petto. Fai delle aperture come se volessi delineare due distinte circonferenze con le braccia. Oppure, impugnando i pesi, e poni le mani all’altezza delle spalle, da qui spingi le braccia verso l’alto. Anche per questi esercizi puoi fare 3 serie da 14 con brevi intervalli tra una serie e l’altra.

Come Coltivare la Coleus Blumei

Cerchi una bella pianta che ti permettà di dare un tocco di vitalità alla tua casa? Allora questa è la guida giusta per te. Ti insegnerò a coltivare una bellissima piantina, che potrai sistemare al meglio nel tuo appartamento. Grazie alla mia guida scoprirai tutti i semplici segreti per farla crescere bella e forte in modo semplice.

La coleus è una pianta dal portamento cespuglioso e può raggiungere fino a un metro di altezza in vaso; la sua fioritura è insignificante, ma la sua bellezza deriva dal suo fogliame screziato che può essere di vari colori. Come pianta d’appartamento è molto diffusa, ma può essere utilizzata al meglio per abbellire le aiuole esterne. Adesso ti spiegherò come coltivarla in pochi semplici passi.

Come prima cosa dovrai trovare la posiziona ideale per soddisfare le esigenze della pianta stessa. Dovrai mantenere la tua pianta tutto l’anno sempre in piena luce, evitando soprattutto in estate il pieno sole. Per mantenere il fogliame folto e colorato non dovrà mai mancargli la luce. La temperatura minima che la pianta può sopportare è di 8 gradi.

Per mantenere la pianta sempre rigogliosa e viva dovrai annaffiarla spesso. Nel periodo che va dall’inizio della primavera alla fine dell’estate dovrai aggiungere, ogni 10-15 giorni, del fertilizzante ordinario all’acqua delle annaffiature. In inverno quando la temperatura è bassa dovrai annaffiarle meno.

Questa pianta se la curerai bene ti durerà per anni, gli basta tanta luce e acqua. A primavera dovrai rinvasarla usando del terriccio ordinario, così da rinnovare gli elementi nutritivi per la pianta. Dovrai potarla spesso in modo da allargare la pianta rendendola più folta, e rendendola così più bella. Adesso non ti resta che metterti a lavoro.