Come Eseguire l’Impalmatura Sailmaker

Per quanto venga eseguita bene, dopo un lungo uso o per eccessive lacerazioni, anche la migliore impalmatura finisce per sciogliersi. Ora, per le corde soggette all’azione del vento, come le drizze di bandiera, si deve necessariamente ricorrere all’impalmatura sailmaker, poiché è molto più sicura e resistente in quanto legata direttamente nell’intreccio della corda su cui è realizzata.

La prima fase di lavoro, fondamentale per la riuscita dell’impalmatura, sarà di allentare la cima della corda a circa cinque centimetri dall’estremità. Adesso, quando avrai fatto, dovrai fare passare attraverso l’occhiello del filo da impalmatura uno dei legnoli, in modo che le due cime del filo emergano da due diversi legnoli.

A questo punto, quando avrai eseguito questo lavoro, dovrai passare a risistemare i legnoli e scegli la cima del filo con cui iniziare l’impalmatura. Una volta che sarai giunto in questa fase di lavoro, passa ad avvolgere in modo molto stretto e anche ordinato, il filo dall’inizio del cappio fino al termine della corda.

3 A questo punto, dovrai continuare il lavoro fino a che la lunghezza dell’impalmatura è pari al diametro della corda. Una volta eseguita anche questa fase, dovrai posare l’occhiello lungo la corda e avvolgilo a spirale secondo la scanalatura della corda. Adesso annoda l’occhiello tirando la cima dormiente del filo.

Quando avrai eseguito anche questo lavoro, dovrai passare a sistemare la cima dormiente del filo, come spiegato nel passo precedente, lungo la terza scanalatura. A questo punto, continua annodando le due cime tra i legnoli con un nodo semplice ripetuto, quindi concludi stringendo bene questo nodo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *