Come Decorare un Servizio da Colazione in Ceramica

Per decorare un servizio da colazione di ceramica con colorati e personali decori di colore a forma geometrica, vi consiglio di leggere e provare a mettere in pratica il procedimento qui descritto. In modo molto creativo, otterrete un servizio in ceramica dai decori originali.

Iniziate lavando bene il vostro servizio da colazione con l’alcol denaturato. Nel frattempo preparate i colori all’acqua da utilizzare per decorare il vostro servizio di ceramica. Quindi versate i colori in un piattino di plastica e con un pennello piatto create lungo i bordi dei piattini, tanti piccoli rombi, a circa 3 cm di distanza uno dall’altro con un colore a vostra scelta.

A questo punto, una volta che il colore si sarà asciugato sempre col pennello piatto, con un altro colore creare un altra fila di rombi da dipingere negli spazi tra i rombi precedentemente dipinti. Mentre i piattini si asciugano, dipingere la tazza, quindi allo stesso modo create tanti rombi lungo il manico e fate asciugare.

Per completare, dipingete allo stesso modo il bordo delle tazze, alternando gli stessi due colori all’acqua, così da creare un servizio con decori in coordinato, facendo sempre attenzione a passare un po’ di carta da cucina lungo il bordo decorato delle tazze, per togliere eventuali sbavature di colore.

Come Costruire un Tagliapiastrelle Fai da Te

Le piastrelle per poter essere applicate con precisione in punti come angoli o a ridosso di una parete, devono essere tagliate a misura. Lo strumento che si usa per questa operazione è il tagliapiastrelle, ma se non ne possiedi uno, potrai sempre costruirtelo da te e potrai imparare a farlo grazie a questa guida.

Cosa serve per completare questa guida
– legno spesso 2 cm – 3 tavole do compensato da 5 mm e di larghezza di 40 mm in più della piastrella – 4 strisce di compensato da 20 mm di larghezza e spesse come la piastrella – un martello e chiodi – colla vinilica – uno scalpello – punta al carburo di tungsteno o tagliavetri – guanti da lavoro.

Istruzioni
Per prima cosa ti devi procurare un pezzo di legno spesso due centimetri, tre tavolette di compensato da cinque millimetri , quaranta millimetri più larghe della piastrella che devi tagliare e quattro strisce di compensato da venti millimetri di larghezza, spesse come la piastrella.

Adesso devi costruire due box piatti e aperti interponendo fra le tavolette, a filo di due lati opposti, le strisce di compensato, che devono essere incollate e inchiodate vive per garantire solidità. A questo punto, in uno dei box, quello sul quale eserciterai la pressione di rottura, incidi una stretta apertura perpendicolare al lato aperto con uno scalpello.

Ti servirà a controllare dall’esterno la posizione della piastrella. Ora incidi la superficie vetrificata della piastrella lungo la linea di taglio, mediante una punta al carburo di tungsteno o un tagliavetro. Poi metti la piastrella nel box di rottura, con l’incisione in alto, a filo del suo bordo esterno.

Adesso inserisci l’altra parte della piastrella nel secondo box portando i due pezzi a contatto. Ora verifica, attraverso l’apertura del box di rottura, che la linea di taglio sia correttamente posizionata, quindi spingi il box verso il basso con un colpo secco. A questo punto la piastrella si spezzerà con un taglio netto, anche se dovrai togliere una striscia sottile da questa.

Come Decorare un Sottopentola

Per rendere decorativi e meno scontati oggetti semplici come un sottopentola non occorre essere artisti provetti: basta sagomare a forma di foglia una tavoletta di truciolato e decorarla con fiori, frutta, ortaggi o qualunque altro soggetto vi suggerirà la fantasia.

Occorrente
Tavoletta di truciolato con lato di 21 cm, spessa 1 cm
Seghetto
Cartavetrata
Matita
Colori alchidici
Gel alchidico
Piastrella
3 pennelli piatti, piccolo, medio e grande
Vernice di finitura a olio

Tracciate a matita sulla tavoletta i contorni delle foglie che definiscono la forma del sottopentola e sagomate i lati servendovi del seghetto. Poi carteggiate i bordi per renderli lisci e uniformi.
Sulla sagoma così ottenuta, disegnate le venature delle foglie e quindi ricalcate la composizione scelta.

Dopo avere miscelato i colori alchidici con l’apposito gel sulla piastrella, dipingete il sottopentola, usando il pennello piccolo per definire le venature delle foglie e i contorni del disegno e quello medio per colorare i vari elementi. Cercate di suggerire la prospettiva e la tridimensionalità sfruttando il contrasto cromatico fra luci e ombre.

Lasciate asciugare e infine stendete sull’intera superfìcie almeno tre strati uniformi di vernice a olio, applicata con il pennello grande.

A fine lavoro, per rendere il decoro più brillante ed evitare che si rovini per effetto del calore, conviene trattare la superficie con tre mani di vernice a olio.

Come Decorare Raccoglitore di Cartone

Devi assolutamente sapere, che il lavoro di decoupage ti permette di dare un tocco di personalità allo studio di casa. Se sei annoiato dei vecchi raccoglitori in cartone monocolore, allora in questo caso dovrai assolutamente leggere la mia guida all’interno della quale ti darò dei consigli per poter decorare i vecchi raccoglitori utilizzando la tecnica del decoupage.

Occorrente
Raccoglitore di cartone
Carta stampata con calligrafie a pennino
Foto di monete
Medaglie e quotidiani d’epoca
Panno carta
Pennelli piatti medi
Forbici vernice sintetica lucida in gel

La prima cosa che dovrai fare, è quella di strappare in modo irregolare e casuale i ritagli con le calligrafie in pennino, e successivamente, dovrai ritagliare in modo preciso con le forbici, le monete e le medaglie antiche. A questo punto, dovrai immergere i ritagli in acqua per pochi secondi in modo da ammorbidirli, e successivamente, dovrai asciugare l’eccesso d’acqua con un panno carta.

Dopo aver fatto questo, con il pennello medio dovrai stendere la colla decoupage e con il pennello medio la dovrai stendere anche sul retro di ogni strappo, uno per uno,e successivamente dovrai applicare ogni strappo sulla superficie del raccoglitore. Una volta posizionati i ritagli, dovrai stendere sopra una mano di colla e seguendo questo procedimento dovrai rivestire tutto l’esterno, lasciando poi asciugare 90 minuti circa per ogni sezione.

Successivamente, dovrai semplicemente rifinire tutto il raccoglitore (interno a parte), stendendo diverse mani di vernice in gel, lasciando asciugare otto ore tra un’applicazione e l’altra (tre o quattro mani basteranno). A questo punto, il tuo lavoro è terminato.

Come Costruire Testiere per Muli

Nella guida di seguito è riportato il procedimento, passo passo, per la realizzazione di una testiera per muli da realizzare perfettamente su misura piuttosto che acquistarla. Avrete bisogno di un pò di attrezzi per il lavoro e anche di esperienza nel settore.

Occorrente
Vecchia cintura di cuoio con la fibbia .
2 anelli di ferro
4 cm di diametro
Tubo di gomma di 22-23 cm
Diametro 1,5
Catena 23 cm
2 catene lunghe 45-50 cm
4 esse di ferro
due striscie di pelle 23 cm
scampolo di tessuto peloso

Per prima cosa, tagliate la cinta di cuoio in modo da ricavarne due pezzi: uno più lungo con la cinghie, e l’altro più corto circa la metà della lunghezza del pezzo più lungo. Potete adesso applicare i due anelli alle estremità tagliate. Cucite perfettamente il cuoio in modo che non scappino via. Adesso potete prendere la catena da 25 cm e infilatelo nel tubo di gomma.

Potete ovviare, acquistando una catena per motocicli già pronta, e tagliandola alla lunghezza indicata. Applicate una “esse” ad ognuno dei due estremi, quindi agganciate ognuno dei due estremi della catena col tubo ai cerchi in ferro che avete applicato alla cintura tagliata. Prendete adesso le due fascette di pelle e applicatele ciascuna sugli estremi del tubo e sulla cintura di cuoio in modo da formare un angolo retto.

Questo servirà a non far cadere la catena con il tubo sopra il muso del mulo, piuttosto resterà ferma. Coprite infine il tubo con la stoffa pelosa, quindi terminate il lavoro, applicando le due catene lunghe 45-50 centimetri, agli anelli della tastiera per mezzo degli altri due ganci ad “esse”. A questo punto la vostra testiera è pronta.