Come si Assembla un Tavolo di Legno

Uno degli oggetti più utili e utilizzati nelle case da noi tutti è il tavolo, poiché su di questo si possono eseguire innumerevoli operazioni. Con questa guida potrai imparare ad assemblarne uno, in modo da poterlo esporre e sistemare in qualunque stanza della tua casa.

Per prima cosa, con i telai delle gambe montati, aggiungi i correnti longitudinali che li collegano. Se non usi adesivo, potrai facilmente smontare il tavolo togliendo la parte superiore. A questo punto, avvita i listelli ai quali poi andrai ad avvitare le stecche. Se si svasano i fori da entrambe le parti, dovrai eliminare qualiasi gioco tra i pezzi.

Ora segna la posizione delle stecche sopra ogni corrente longitudinale. E’ bene che tu inizi dalla mezzeria. Ricordati che le superfici superiori delle gambe devono essere coperte dalle stecche. Una volta fatto, taglia la stecca centrale secondo la lunghezza da te voluta. Ora pratica alle estremità un doppio smusso di sessanta gradi. Quindi avvita la stecca da sotto attraverso i listelli di fissaggio.

A questo punto, taglia a smusso l’ estremità di un’altra stecca. Quindi usa un pezzo diritto per allinearla e un distanziale da quindici millimetri per disporla parallela alla prima stecca. Ora usando nuovamente un distanziale, traccia lo smusso sull’altra estremità della stecca servendoti per questo di una falsa squadra.

Una volta fatto, avvita le altre stecche a eccezione di quelle sopra le gambe. Quelle più esterne sono fissate direttamente alle estremità sagomate dai correnti e non tramite i listelli. A questo punto, togli le gambe e avvita attraverso le cravatte, svasando i fori, le ultime due stecche. Infine rimetti il piano del tavolo sulle gambe.

Come Disporre Alimenti nel Frigorifero

Spesso, per mancanza di tempo, mettiamo in frigorifero gli alimenti in modo errato non tenendo presente che ogni articolo deve essere collocato sui ripiani in maniera ordinata stando attenti alle caratteristiche del prodotto stesso. Se seguirai questa piccola guida ti indicherò alcuni piccoli accorgimenti.

Per prima cosa devi sapere che ogni ripiano del frigorifero ha una temperatura differente infatti il freddo e’ risaputo che tende ad andare verso il basso e questo è molto importante da sapere per collocare al meglio i nostri alimenti freschi. Per dettagli sull’argomento è possibile vedere questa guida su come impostare la temperatura del frigorifero su Casalingaperfetta.com. Nello sportello metti le uova, all’interno del loro apposito contenitore, la panna fresca, il burro, il cartone del latte ed eventuali bottiglie e lattine.

Sul ripiano più alto sistema le uova (se hai intenzione di lasciarle nella confezione in cartone), i formaggi a pasta dura, gli affettati (sia freschi che sottovuoto). Nei ripiani intermedi metti le confezioni di affettato già aperte, i cibi cotti e le pietanze che vanno consumate entro breve tempo.

Nel ripiano sopra i cassetti colloca la carne cruda ed il pesce mentre nei cassetti disponi a sinistra la frutta e a destra la verdura. Ricordati di avvolgere l’insalata in carta assorbente in modo tale che assorba l’umidità in eccesso ed evita di mettere in frigorifero le banane altrimenti la buccia diventerà subito nera.

Come Cucire con l’Uncinetto

Le cuciture si utilizzano per unire i vari pezzi che compongono un capo dopo averli messi in forma. Si possono eseguire in vari modi, sia utilizzando l’ago che l’uncinetto, per ottenere effetti simili oppure diversi. Vi spiego le varie cuciture con l’uncinetto. Prima di iniziare le cuciture bisogna appuntare i vari pezzi su un piano imbottito e sfumarli con il ferro caldo così da correggere le imperfezioni e rendere le misure identiche.

La cucitura a maglia bassissima viene utilizzata quando i margini sono irregolari. Inizia unendo i due pezzi come segue: metti diritto contro diritto, inserisci l’uncinetto attraverso le due parti unite sovrapposte, estrai una maglia e a questo punto falla passare direttamente attraverso la maglia presente sull’uncinetto. Ripeti sempre questo movimento per tutta la cucitura. La cucitura a maglia bassa si adopera quando la cucitura diventa una decorazione del capo. Si esegue sul diritto del lavoro unendo i due pezzi.

Metti i rovesci del lavoro contro, prendi insieme i due pezzi contemporaneamente e lavora una riga a maglia bassa nel solito modo. Ripeti sempre questo movimento per tutta la cucitura, Se vuoi utilizzare questa cucitura volendo farla rimanere sul rovescio del lavoro, metti i pezzi con i diritti del lavoro contro. Ora prova la cucitura a maglia bassa con catenelle che si utilizza quando i capi sono realizzati con filati grossi e dove c’è necessità di una maggiore elasticità.

Unisci i due pezzi come segue: metti il diritto contro diritto ed esegui una maglia bassa, 1 o 2 catenelle, salta le maglie sottostanti corrispondenti al numero delle catenelle lavorate ed esegui un’altra maglia bassa. Ripeti sempre questi movimenti per tutta la cucitura. Il metodo di cucitura a maglia bassa alternata si esegue mettendo i due pezzi accostati tenendo il diritto del lavoro verso l’alto e unendoli lavorando una maglia bassa eseguita sulla costa del primo pezzo; punta l’uncinetto dall’alto verso il basso e lavora una maglia bassa sulla costa del secondo pezzo. Ripeti sempre questi movimenti per tutta la cucitura.

Infine ecco come unire due pezzi lavorati a filet. Accosta i medesimi con il diritto del lavoro verso l’alto, estrai un anello nella maglia di partenza e lavora 2 catenelle, getta il filo sull’uncinetto ed inseriscilo nella maglia corrispondente dell’altro pezzo e lavora 1 maglia alta chiudendola insieme alla catenella presente sull’uncinetto, * 2 catenelle, 1 maglia alta non chiusa in corrispondenza dell’unione seguente del filet del pezzo inferiore e 1 maglia alta non chiusa in corrispondenza dell’unione seguente del filet del pezzo superiore; chiudi insieme le 3 maglie *, ripeti da * a * per tutta la cucitura.

Come Decorare un Quadro con Cartone Telato e Fiori Pressati

Per realizzare un quadro decorativo, fatto con cartone telato, foglie secche e pochi altri supporti, occorre semplicemente leggere le istruzioni riportate in questa guida. Si tratta di creare un ben quadro colorato e creativo, seguendo il procedimento creativo qui descritto.

Occorrente
Cartoni telati
Pennelli
Colori acrilici
Fiori e foglie pressati
Colla
Forbici
Carta di riso stampata
Bulino
Vernice satinata
Piatti di plastica

Iniziate stendendo sul cartone telato grande, alcune velature con un acquerello acrilico chiaro ocra e fate asciugare. Proseguite prendendo un altra tela più piccola e stendendovi sopra altre velature di un colore diverso di sfondo e fate asciugare. Intanto ritagliate dalla carta di riso le immagini di decoro da applicare.

A questo punto, appoggiate i decori di carta sulla tela piccola, prendete la carta copiativa e i ritagli decorativi di carta di riso, e riportate con cura e precisione i disegni da trasferire sulla tela. Quindi posizionate la carta copiativa tra il disegno e la tela, e con l’aiuto di un piccolo bulino ricalcate il vostro disegno.

Per finire, una volta trasferito il decoro con i colori acrilici e i pennellini dipingete il vostro decoro. Infine, dopo aver terminato il quadretto più piccolo, decorate la tela più grande. Prendete dei fiori pressati di colori in armonia con quelli dipinti, e arricchite la vostra composizione incollandoli sulla tela grande, lungo i bordi come per creare una cornice floreale. Infine, incollate la tela piccola al centro di quella grande, e rifinite con due mani di vernice satinata il tutto.

Come Cucinare Peperoni alla Pugliese

Nella guida di seguito è riportato il procedimento da seguire per la preparazione di gustosissimi vasetti di peperoni alla pugliese. Delle ottime conserve da gustare in tutti i momenti e che si aggiungeranno alla vostra scorta di provviste in cantina o in dispensa.

Occorrente
10 peperoni
3 etti acciughe sotto sale
2 etti di capperi sotto sale
4-5 spicchi di aglio
1 mazzetto basilico
1 mazzetto prezzemolo
aceto
Olio di oliva
Sale

Lavate accuratamente i peperoni, eliminando i semi interni e i piccioli, quindi procedete con il tagliarli a listarelle sottili. Prendete adesso una pentola ben capiente e versate in essa una quantità abbondante di aceto, aggiustatelo di sale, e, aspettate che raggiunga la temperatura di ebollizione.

Una volta bollente, cominciate a versare i peperoni, anche a più riprese. Lasciateli bollire per almeno dieci minuti, scolateli accuratamente, quindi lasciateli asciugare e raffreddare per bene. Quando saranno bene asciutti, disponeteli nei vasi di vetro a strati, alternando le acciughe, che avrete preventivamente pulito.

Aggiungete quindi i capperi tritati, le foglie di basilico e di prezzemolo e i pezzetti di aglio. Ricoprite con olio di oliva, chiudete il coperchio e se entro 24 ore il livello dell’olio si abbassa, compensate con altro olio. A questo punto, potete chiudere ermeticamente il coperchio e conservarlo in luogo fresco e asciutto.