Come Coltivare la Dipladenia Sanderi

Se stai cercando una pianta bella che possa dare un tocco di vitalità alla tua casa, allora questa è la guida che fa al caso tuo. In pochi semplici passi potrai imparare a coltivare la dipladenia sanderi, con cui potrai portare nella tua casa una ventata di vitalità.

La dipladena sanderi, appartenente alla famiglia delle apocynacee, è una pianta dal fusto volubile e sottile, che porta delle foglie ovali opposte, coriacee, di colore verde scuro. I fiori, raggruppati in mazzetti, sono di colore rosa o rosso, con il cuore arancione o bianco. Adesso che conosci meglio questa pianta t’insegnerò a coltivarla al meglio.

Per prima cosa dovrai decidere la posizione in cui sistemare la tua pianta, tenendo conto delle esigenze della pianta stessa. Dovrai sistemare la tua pianta in piena luce, evitando il pieno sole. Da marzo a ottobre la pianta preferisce una situazione calda, mentre un periodo di riposo invernale più fresco favorità la fioritura.

A partire dalla primavera e per tutta l’estate annaffiala generosamente, in modo da mantenere il terreno sempre umido, ogni 10-15 giorni aggiungi all’acqua del fertilizzante per piante fiorite. Dopo la fioritura dovrai ridurre le annaffiature e, in inverno, bagnare la tua pianta con molta parsimonia.

Per conservare al meglio e molto a lungo la tua pianta dovrai assicurare alla tua pianta un riposo invernale al fresco. Dopo la fioritura taglia i fusti quasi alla base per indurre la nascita di nuovi getti che faranno assumere alla tua pianta un aspetto cespuglioso più denso. Se l’aria è troppo secca le foglie si accartocciano. Stai molto attento a dove posizioni questa pianta perché è tossica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *