Come Preparare gli Inviti

Una cena importante? Un anniversario? Un compleanno? Invitare amici e parenti a festeggiare con noi una ricorrenza è un’operazione che richiede il rispetto delle regole del Bon Ton, anche riguardo alla priorità e alla modalità degli inviti. Ecco come comportarsi in questi casi.

Inviti telefonici. Il telefono è riservato soltanto agli inviti rivolti ai familiari, ai parenti ed agli amici più stretti e di lunga data. Specie nelle ricorrenze natalizie, non dobbiamo dimenticare i single, le persone anziane o comunque chi, per un motivo o per l’altro, è solo: in quell’occasione sarà comunque contento del tuo invito.

Inviti scritti. Questi sono riservati a conoscenti che non sono ancora amici di lunga data e con i quali non si hanno rapparti di amicizia strettissimi. Assolutamente non usare, per gli inviti, biglietti da visita, soprattutto quelli che recano titoli accademici e onoreficenze. Vale a dire che il modo più elegante è quello di inviare un biglietto così concepito: “Mario e Maria Rosa sono lieti di invitarTi ad un brindisi a casa la sera del…”.

Inviti tra giovani. In genere, si fanno al telefono, ma, se proprio si vuol rispettare la tradizione e spedire un biglietto d’invito, è bene scegliere biglietti spiritosi e colorati. Li puoi anche fare da solo, comprando cartoncini colorati e stampandoli con l’aiuto di qualche sito Internet che fornisce gratuitamente questo tipo di servizio.

Come Preparare Sfogliatine alla Mousse

Per il terzo compleanno di mia figlia volevo preparare qualcosa di speciale. Lei ama la sfoglia ma farla in casa è difficilissimo e richiede un sacco di tempo, così ho provato questa ricetta dolce con l’aiuto della pasta sfoglia confezionata. La ricetta è semplice e veloce.

Occorrente
INGREDIENTI PER 8 PERSONE: 2 rotoli di pasta sfoglia, 150 g cioccolato fondente, 2 uova, 2 dl di panna fresca da montare, 4 amaretti, 3 cucchiai di rhum, zucchero a velo

Srotola la pasta sfoglia e lasciala riposare cinque minuti sulla carta da forno. Sciogli a bagnomaria il cioccolato fondente. Taglia i due rotoli di pasta sfoglia in modo da ottenere otto quadrati. Preriscalda il forno a 220 gradi e cuoci i quadratini di pasta sfoglia, nel ripiano centrale del forno, per 15 minuti.

Fai intiepidire il cioccolato fondente sciolto in precedenza. Separa gli albumi dai tuorli e incorpora questi ultimi al cioccolato assieme agli amaretti sbriciolati e al rhum. Con una forchetta (o lo sbattitore elettrico) monta a neve gli albumi e uniscili poco per volta al composto preparato prima. Mescola bene con un cucchiaio di legno.

Al centro di ogni quadrato di pasta sfoglia metti un cucchiaio di mousse e chiudi i quattro angoli facendoli aderire al centro. Una volta riempiti tutti i quadratini cospargili di zucchero a velo. Monta la panna e conservala in frigo. Al momento di servire accompagna ogni quadratino di pasta sfoglia con una pallina di panna montata.

Come Preparare Involtini alla Messinese

Questa è una delle ricette che adoro cucinare di più come secondo piatto.

Occorrente
500 gr. di fettine di carne di vitello
100 gr. di Caciocavallo piccante
100 gr. tra uva passa e pinoli
Pangrattato
Foglie di alloro
Spicchi di cipolla
Olio
Sale
Pepe

Prendi una padella media ed abbrustolisci il pangrattato, rigirandolo continuamente fino a farlo diventare color nocciola. Lascialo raffreddare, intanto taglia il Caciocavallo a pezzettini di circa un centimetro e mezzo e quindi disponilo nella padella. Successivamente aggiungi l’uva passa, i pinoli, il sale e il pepe.

Disponi questo composto su ciascuna fetta di carne (che avrai precedentemente appiattito con il batticarne, non molto larga) e arrotolala su se stessa, formando un involtino. Componi in questo modo più involtini e poi infilzane tre o quattro su uno spiedino, alternandoli con foglie di alloro e spicchi di cipolla cruda.

Ungili con poco olio ed abbrustoliscili su una graticola (altrimenti, se non hai la graticola, puoi usare una bistecchiera di ghisa rigata) per 3 minuti circa, rigirandoli a metà cottura. Quindi accompagnali con delle ottime patate fritte oppure con una bella insalata mista. Ecco pronto il tuo piatto. Buon appetito!

Come Preparare Gnocchi al Sugo

Gli gnocchi sono sempre stati un piatto speciale, non solo per chi adora le patate ma anche per gli amanti della pasta. Purtroppo, a volte, per mancanza di tempo si comprano gnocchi surgelati o già pronti, che però non sono saporiti come quelli fatti in casa. La ricetta che segue è un modo facile e veloce per preparare ottimi gnocchi al sugo. Prova e ne rimarrai soddisfatto.

Occorrente
1,5 kg di patate farinose
300 gr circa di farina
600 gr di polpa di pomodoro
Sale
Parmigiano grattugiato
Olio o burro

Prendi le patate, lavale bene e lessale con tutta la buccia. Dopo averle bollite, pelale, facendo attenzione a non scottarti. Per eseguire questa operazione, potrai tenerle in mano con i guanti di gomma, oppure tenerle infilzate in una forchetta e aiutandoti con un coltello. Dopo averle pelate, passale nello schiacciapatate quando sono ancora calde.

In una spianatoia, o in una grande insalatiera, aggiungi alle patate già schiacciate un pizzico di sale e la farina. Impasta fino ad ottenere un impasto ben liscio e compatto. Se occorre, aggiungi altra farina (l’impasto non dovrà essere appiccicoso, ma liscio). Taglialo a pezzi e, con le mani infarinate, prepara dei bastoncini grossi circa quanto un tuo dito.

Taglia i bastoncini a pezzetti di circa 3 cm ognuno e incavali con il dito medio, premendoli sulla grattugia o su una forchetta. Allinea poi gli gnocchi su un canovaccio o su una tovaglia infarinata, evitando che si tocchino. Nel frattempo avrai preparato un sughetto, facendo soffriggere della cipolla in un po’ d’olio o di burro, aggiungendo la polpa di pomodoro e cuocendo il tutto a fuoco vivace.

Lessa gli gnocchi in acqua bollente salata (così come fai di solito con la pasta). Dopo averli cotti, condiscili con il sughetto di pomodoro che hai già preparato. Metti poi del Parmigiano a pioggia su ogni piatto che dovrai portare a tavola. Se vuoi guadagnare tempo, prepara il sughetto la sera prima e metti l’acqua sul fuoco mentre stai dando la forma agli gnocchi.

Come Preparare Orecchiette e Cavatelli con Cavolfiore

Questo piatto è un primo alquanto sostanzioso e lo puoi tranquillamente considerare un piatto unico. Infatti oltre ad essere gustoso abbina i carboidrati al cavolfiore che contiene sali, vitamine, antiossidanti, principi attivi antinfiammatori e depurativi ed inoltre non contiene glutine. Quindi abbinato ad una pasta priva di glutine può essere consumato anche da persone affette da celiachia.

Occorrente
Ingredienti per 4 persone:
1 cavolfiore da 1 kg.
2 hg. di pasta orecchiette
2 hg. di pasta cavatelli
1 cipolla rossa grande
2 acciughe sott’olio senza lisca
1 bicchiere di olio di oliva extravergine
Sale

Per iniziare, bisogna dire che volendo è possibile anche preparare la pasta in casa visto che oggi sono disponibili strumenti appositi. Per dettagli è possibile vedere questa guida sulla macchina per cavatelli.

Pulisci il cavolfiore staccando le foglie e le cime dal torsolo con un coltellino affilato e lasciando attaccata a ciascuna un pezzetto di gambo. Immergilo in acqua acidulata con succo di limone e lascialo a bagno per una mezz’ora.
Poi mettilo in uno scolapasta e sciacqualo abbondantemente sotto acqua corrente.

Prendi la cipolla rossa, puliscila e tagliala a fettine sottili.
Intanto metti a bollire una pentola con l’acqua.
Quando bolle aggiungi il sale e poi il cavolfiore e fallo bollire per 15 minuti circa e comunque fino a che risulterà cotto.
Quando il cavolfiore è cotto, tiralo fuori dalla pentola conservando l’acqua di cottura, falle riprendere il bollore e quando bolle butta la pasta (sia le orecchiette e sia i cavatelli) e fai cuocere al dente.
Prendi un pentolino e versaci tutto l’olio extravergine di oliva insieme alla cipolla tagliata a fettine: fai cucinare a fuoco lento. Quando la cipolla inizia ad appassire, aggiungi le due acciughe e mescola bene fino a che le acciughe si saranno sciolte.

Scola la pasta, ma prima preleva 4 o 5 mestoli di acqua di cottura e conservali al caldo.
A questo punto metti nei piatti il cavolfiore e la pasta,.versa in ogni piatto un mestolo di acqua di cottura e distribuisci equamente la cipolla cotta nell’olio con le acciughe.